+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com
+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com

La vita è un viaggio: la campagna Calzedonia

La mia analisi della campagna Calzedonia con Julia Roberts

Piazza Duomo, Firenze, autunno 2014

L’aria è umida, così come le mie guance. Cammino. Vicino a una chiesetta che amo, un musicista di strada e la sua fisarmonica intonano “Le Valse d’Amelie”: lo Yann Tiersen di un film senza tempo, che non smette mai di farmi sognare. Guardo in alto; la luce fredda post-tramonto trasforma Santa Maria del Fiore in una cattedrale blu, intensa e protesa verso il cielo cobalto. Sembrano salutarmi, le luci laser dei venditori ambulanti riflesse nelle pozze per terra. Le osservo, mentre continuo a camminare. Mi chiedono se mi voglio tuffare, sprofondando.

Enjoy every single step

La mattina presto è il momento che amo di più. Apro gli occhi e vedo un soffitto a travi semplicemente perfetto. Il soffitto che ho sempre sognato. Il letto è morbido e ci passerei tutto il resto della giornata. La stanchezza accumulata non smette mai di farsi sentire, ma le energie si rinnovano ogni volta che la luce del giorno filtra dalle finestre. Non chiudo gli scuri, voglio che penetri all’interno della mia nuova casa naturalmente, scandendo il ritmo della vita così, con semplicità. Poggio i piedi sul parquet, percorro la stanza “grande”, metto l’acqua a bollire. La tazza mi aspetta già pronta sul bancone da cucina perfetto, quello che ho sempre sognato. Scopro, ogni giorno, quanto è bello coccolarsi al risveglio, trovando già tutto apparecchiato per la colazione dalla sera precedente. Il mio caffè americano è pronto. Mi siedo sullo sgabello, la rivista “Arte” sotto gli occhi. Presto, ci sarà una mostra di Chagall.

Ogni passo un’emozione

Il lavoro è frenetico. Il telefono non smette mai di squillare: i messaggi delle amiche si perdono nelle ore del giorno, dissipando tra i miei pensieri risate e riflessioni. Discorsi mai chiusi, che si confondono con i messaggi incalzanti delle mille cose da fare: nuovi progetti, nuove persone, tanto entusiasmo. Tanto che il tempo non basta mai, è un flusso incessante che spesso mi cattura, al punto che io, il mio respiro, non lo ascolto quasi più. Tanto che torno a scoprirlo di nuovo per caso, solo al momento in cui infilo dei tappi per le orecchie, una sera, verso mezzanotte. Ascolto il mio respiro, e sfrutto il momento di calma sfidando gli occhi che si chiudono, solo per riuscire a fare una cosa che amo, ma alla quale ancora non riesco a dedicare il tempo che vorrei: scrivere. Stralci di vita presente. Passi, emozioni.

“La vita è un viaggio: ogni passo un’emozione”, recita il nuovo spot di Calzedonia

La “mia” Julia è di nuovo la protagonista di uno spot che parla dritto ai miei sensi. L’anno scorso ho scoperto che La vita è bella; quest’anno, è ancora la mia beniamina a guidarmi verso una riflessione che parte da una pubblicità e mi porta a compiere un piccolo passo in più verso una maggiore consapevolezza di me stessa. Così, nella mia vita, comunicazione e realtà interagiscono, ed Empatia e Narrazione si muovono in parallelo.

La splendida Julia passeggia per le situazioni della vita. Capelli al vento, scrive e riflette “sulla cima del mondo”; i suoi pensieri continuano a prendere forma a casa, e mentre scende le scale. Si emoziona, comprando una sorta di diario a una bancarella; prosegue il cammino, si dispiace nel vedere una coppia litigare: ma l’attimo successivo gli occhi le brillano nel vederli mentre si baciano appassionatamente. E le scappa da ridere… sì, perché l’amore, quello vero, fa ridere. Le litigate, quando due si amano, si trasformano in passione. Perché le scenate può farle solamente un cuore pieno: un cuore vuoto resta composto, forse; ma arido e silenzioso. E questo Julia lo sa, ecco perché ride. Corre, tra le fontane di Parigi di notte, e infine eccola che si affaccia alla vita un mattino di primavera a Firenze. Passeggia in un giardino, guarda tenera dei bambini che giocano, e alla fine ti lancia quello sguardo. E i suoi occhi ti dicono tutto: “ehi, goditi ogni momento della vita, perché non tornerà più”.

Così, #lavitaèunviaggio. Lo dice anche Beppe Severgnini nel suo ultimo libro: “non è mai troppo tardi o troppo presto per ripensare se stessi”.

 

 

Sono Alessandra Pistillo, esperta di comunicazione empatica e copywriter. Collaboro con professionisti del benessere organizzativo per supportare la consapevolezza e l’immagine delle imprese con progetti di comunicazione interna ed esterna.

La nostra formula: ascolto attivo + storytelling. La nostra cornice di lavoro, la Teoria U del Massachusetts Institute of Technology.

Il mio sogno per il futuro è lavorare, comunicare e vivere bene. Mettere l’empatia nelle mani delle persone e creare con loro narrazioni autentiche, al servizio del bene comune.

Qual è il tuo sogno?

DIMMI DI TE!