+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com
+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com

E anche il 2019 è andato. Bello tosto, eh. Ci sono state grandi soddisfazioni, va detto, ma anche sfide che hanno richiesto tutta la mia concentrazione. “Poggio e buca fa pari”, si dice dalle mie parti. Dopo anni di cime e di buche, arrivo finalmente in pianura, sul livello del mare. Da qui, il percorso è più chiaro e non falsato da prospettive troppo alte o troppo basse. Da qui in avanti conosco la strada. Si può ripartire.

Saggezza

Sono piena di difetti, davvero non si contano, ma ho due pregi: la lungimiranza e la grinta. In questi anni le ho utilizzate entrambe. Ho lottato contro gli imprevisti senza sosta e a volte mi sono rintanata per leccarmi qualche ferita. Ma poi, nel silenzio della notte, mi sono messa in ascolto del mio respiro e al mattino seguente ho sempre ritrovato la tenacia per andare avanti. Brava? No, ho solo fatto il mio.

Oggi comprendo che gli eventi non vanno ricercati, ma semplicemente osservati nel loro manifestarsi e poi “cavalcati” come si fa con un’onda, cercando di tirarne fuori il meglio. Vero che siamo noi gli artefici del nostro destino, ma se non tutto ciò che vogliamo arriva come, dove e quando lo diciamo noi, non è detto che sia un male. Se non altro, impariamo che fare i capricci con la vita e battere i piedi è semplicemente inutile. E così, diventiamo grandi.

Pazienza

Non che la pazienza sia la mia virtù, ma quest’anno credo di aver imparato a portare sul piano della realtà le mie nuove consapevolezze. Ho capito – sbattendoci violentemente il muso, come al mio solito – che la pazienza ha a che fare con l’accettazione delle cose che non abbiamo il potere di cambiare, ma anche con una sana dose di buonsenso. Del resto, la natura insegna: i frutti devono essere maturi prima di poter essere raccolti. Se non lo sono, bisogna solo aspettare. Arriverà anche il loro momento.

Dono

Dicono che in questo mondo nessuno faccia niente per niente. Può darsi, ma quando mi è capitato di sacrificare qualcosa di mio per donarlo ad altri che me lo chiedevano – anche del tempo, banalmente – ho provato una soddisfazione incredibile. Bla – bla, i soliti discorsi buonisti di fine anno. Ok, mettiamola così: provare per credere.

Anche se viviamo in un mondo pieno di squali, credo che saper essere gentili e amorevoli verso il prossimo, con i giusti limiti, non sia mai sbagliato. Prima di tutto per noi stessi. L’altruismo scavalca i confini, ma sono proprio i confini a rendere sano l’altruismo. Tutto sta nel trovare il giusto equilibrio: capire quando è il momento di insistere e quando di lasciare andare; di essere in prima linea o di rimanere più defilati; di correre o di camminare.

Cosa annuncia il 2020

Si prospetta un anno carico di novità: primo, sono diventata membro del team della Cattedra Transdisciplinare dell’UNESCO. Un vero onore. Secondo, sarò docente di comunicazione per un progetto di Formimpresa e Regione Toscana. Terzo, stanno per partire dei nuovi progetti di consulenza in partnership con alcune realtà che stimo. Ultimo (per ora): opererò un piccolo ampliamento della mia rete di collaboratori, che mi permetterà di coprire esigenze di comunicazione interna ed esterna sempre più personalizzate.

Così, mi avvio nel 2020. Metto in saccoccia quel briciolo di saggezza acquisita negli ultimi 6 anni, un po’ di pazienza e una sana capacità di donare consapevolmente.

Per il resto, ci aggiorniamo strada facendo.

Auguri.

Sono Alessandra Pistillo, esperta di comunicazione empatica e copywriter. Collaboro con professionisti del benessere organizzativo per supportare la consapevolezza e l’immagine delle imprese con progetti di comunicazione interna ed esterna.

La nostra formula: ascolto attivo + storytelling. La nostra cornice di lavoro, la Teoria U del Massachusetts Institute of Technology.

Il mio sogno per il futuro è lavorare, comunicare e vivere bene. Mettere l’empatia nelle mani delle persone e creare con loro narrazioni autentiche, al servizio del bene comune.

Qual è il tuo sogno?

DIMMI DI TE!