+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com
+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com

E tu sei piccolina

Era un giorno d’estate quando Proserpina, figlia di Giove e della dea della Terra, fu rapita dal dio degli Inferi Plutone. L’ignara coglieva fiori e il macho la fece sua. Mamma Demetra voleva un genero meno tenebroso e chiese a babbo Giove di riportarle la piccolina, ma tra uomini si erano intesi e Demetra incrociò le braccia per ripicca: la Terra andava in malora, così Giove convinse Plutone a lasciar tornare la moglie sei mesi all’anno.

Da allora, al suo ritorno sbocciano papaveri rossi, per ricordarle, sia mai vero il contrario, che lui l’aspetta negli Inferi. Cara Proserpina, “sei nata paperina, che cosa ci vuoi far”. Come? Hai detto qualcosa? Non ti sentiamo da laggiù.

Donne senza voce, semplici e belle, fragili e forti: c’è Flower by Kenzo del Naso Alberto Morillas. Se il papavero non aveva profumo, ora ce l’ha. Il flacone si slancia verso l’alto e fa sbocciare un fiorito cipriato. Le note di testa: Ribes Nero, Biancospino, Rosa Bulgara e Mandarino; quelle di cuore: Opoponax, Gelsomino, Violetta di Parma e Rosa; alla base, Vaniglia, Muschio Bianco e Incenso.

Un papavero si slancia verso l’alto, si dischiude e resta sospeso, come in equilibrio su una torre di cristallo. Fiorisce sull’asfalto, dove meno ci si aspetta.

Tenetelo a mente.

Leave a Reply