+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com
+39 327 73.51.415   |   alessandra.pistillo@gmail.com

Category

Branding emozionale
Era un giorno d’estate quando Proserpina, figlia di Giove e della dea della Terra, fu rapita dal dio degli Inferi Plutone. L’ignara coglieva fiori e il macho la fece sua. Mamma Demetra voleva un genero meno tenebroso e chiese a babbo Giove di riportarle la piccolina, ma tra uomini si erano intesi e Demetra incrociò...
Read More
La questione è sul posizionamento Non è tanto il “cosa fai” che ti aiuta a trovare i clienti giusti per te, ma il “come lo fai”. Cosa è che ti differenzia davvero? Qual è la tua USP, quell’elemento per cui senti di poter dire: “se vuoi lavorare in questo modo, vieni pure da me”? Nel...
Read More
La mia analisi della campagna WWF “I am nature” Domani è il mio compleanno e ho deciso di non lavorare Mi ritrovo a camminare da sola nei campi. C’è un poggio dove vado spesso, un punto panoramico dove mi piace sedermi a guardare il tramonto. Su queste zolle, alla fine dell’inverno nascono quei fiorellini bianchi...
Read More
Certe volte sono così felice da pensare: “ora muoio, muoio perché non si può avere una vita così”. Eppure la felicità è poca cosa. Chissà che ci immaginiamo noi. La felicità è una scelta, la predisposizione dell’animo a vivere ogni istante come fosse eterno. Forse perché ho avuto poco, poco e niente ma oggi che...
Read More
La mia analisi della campagna Benetton Oh, finalmente una firma della moda che abbraccia il marketing emozionale fatto per bene, quello che incuriosisce, si fa ricordare e racconta storie empatiche e convincenti. Con Clothes for Humans, la Benetton “lo sta facendo bene” perché riesce abbastanza verosimilmente a parlare degli e agli esseri umani. Partiamo dal Manifesto...
Read More
La mia analisi della campagna “Kenzo World” Una passione fin da quando ero bambina: le pubblicità dei profumi. Mi ammaliano da sempre, con i loro “deliri sensoriali”; il tripudio dell’emozione e del racconto onirico. Sembrano tutte uguali, ma non lo sono: alcune sono più originali di altre e riescono a catturare particolarmente la mia attenzione....
Read More
La mia analisi della campagna 2015 di Giorgio Armani Le porte si aprono: un battito di ciglia, l’iride espande i suoi confini. Gesti, quotidianità, dettagli. Una biblioteca vuota, un alto soffitto, il caffè fumante, le nuvole veloci, la pioggia battente. Ali che si aprono in volo, la neve e i ghiacciai, un ballo appassionato, i...
Read More
Questo post è una dichiarazione d’amore per lo storytelling, quello autentico, fatto col cuore, che fa tanto bene al brand. Distesa sul parquet caldo, ascolto Samuele, intento a suonare la più bella delle sue chitarre. La tiene sulle ginocchia, sdraiata, come fosse un pianoforte. Una birra in mano, mi perdo nell’atmosfera ovattata, cullata dalle note dolci...
Read More
La mia analisi della campagna Calzedonia con Julia Roberts Piazza Duomo, Firenze, autunno 2014 L’aria è umida, così come le mie guance. Cammino. Vicino a una chiesetta che amo, un musicista di strada e la sua fisarmonica intonano “Le Valse d’Amelie”: lo Yann Tiersen di un film senza tempo, che non smette mai di farmi...
Read More
La mia analisi della campagna per il profumo “Sì”, di Giorgio Armani  Una passione fin da quando ero bambina: le pubblicità dei profumi. Mi ammaliano da sempre, con i loro “deliri sensoriali”; il tripudio dell’emozione e del racconto onirico. Sembrano tutte uguali, ma non lo sono: alcune sono più originali di altre e riescono a...
Read More
1 2 3

Sono Alessandra Pistillo, esperta di comunicazione empatica e copywriter. Collaboro con una rete di professionisti del benessere organizzativo, per supportare la reputazione delle imprese con progetti di comunicazione interna ed esterna.

La nostra formula per una comunicazione più credibile: ascolto attivo + storytelling. La nostra cornice di lavoro, la Teoria U del Massachusetts Institute of Technology.

Dalla facilitazione di riunioni alla comunicazione corporate, abbiamo già raccontato storie di persone a lavoro. Questi interventi hanno fatto bene all’immagine dei nostri clienti e creato per loro nuove opportunità.

Il mio sogno per il futuro è lavorare, comunicare e vivere bene. Mettere l’empatia nelle mani delle persone e creare con loro narrazioni autentiche, al servizio del bene comune.

Qual è il tuo sogno?

DIMMI DI TE!